che cos’è il PRP?

Il PRP stimola il ringiovanimento della pelle tramite i fattori di crescita rilasciati dalle piastrine. Il plasma ricco in piastrine agisce efficacemente nella perdita di capelli sia negli uomini che nelle donne.

RISULTATI CON IL PRP

Il prp stimola la produzione di fibroblasti, la produzione di collagene e la formazione di tessuto adiposo sottocutaneo. Diminuisce così la lassità dei tessuti che si inizia a riscontrare dopo i 40 anni, permettendo nel contempo, di riempire le rughe statiche.


Il PRP stimola l’angiogenesi, lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni partendo da altri già esistenti. Importantissima è anche la proliferazione delle cellule staminali mesenchimali adulte dovute all’introduzione del plasma arricchito di piastrine nei tessuti.

Il prp migliora la guarigione delle ferite e ne accelera la cicatrizzazione. Per questo viene utilizzato per ridurre i tempi
di recupero di alcuni trattamenti medici più invasivi.

CHE COS’È IL PRP E COME AGISCE?

PRP è acronimo di plasma ricco in piastrine (in inglese: platelet rich plasma). Le piastrine sono una preziosa fonte di fattori di crescita deputati alla regolazione della differenziazione e proliferazione cellulare.


Il Plasma Ricco in Piastrine stimola la riparazione dei tessuti nei quali è applicato.

Le piastrine attivate nella loro doppia concentrazione, rilasciano numerosi fattori di crescita quali PDGF, TGFalfa e beta, IGF I e II, EGF, VEGF.

APPLICAZIONI DEL PRP

Il prp si applica per rallentare l’invecchiamento. Nell’ambito della medicina rigenerativa, dove il prp è maggiormente 

utilizzato, l’invecchiamento viene spesso definito come una “ferita cronica”. Il passare dell’età rallenta o addirittura annulla il processo di rigenerazione dei tessuti. L’invecchiamento porta ad una riduzione della produzione di collagene fino al 20% che il prp può ristabilire.

Il trattamento con plasma autologo mira ai 3 maggiori componenti della cute: epidermide, derma e grasso sottocutaneo.
Il PRP è un trattamento anti età non chirurgico, applicato alla medicina estetica rigenerativa e ad altri importanti campi della medicina moderna.

Confronto pelle giovane e pelle matura

FASI E TEMPI DEL TRATTAMENTO

La durata del trattamento con plasma ricco in piastrine è di 60 minuti circa.


Il trattamento con prp è di natura ambulatoriale. Per ottenere il plasma viene effettuato un normale prelievo di sangue. La provetta ottenuta viene centrifugata. Il prp viene ottenuto grazie ad uno speciale gel che funge da filtro separando il plasma dai globuli rossi e bianchi trattenendo in esso le piastrine (PRP= Platelet Rich Plasma in inglese o Plasma Ricco in Piastrine).

Si procede poi ad iniettare il PRP nella zona da trattare.

Procedimento di estrazione del prp

EFFETTI COLLATERALI

Il prp viene iniettato con un ago molto sottile, in genere non richiede l’utilizzo di anestetici locali. Il trattamento con prp non impedisce l’immediato ritorno alla vita sociale e lavorativa. Il plasma ricco in piastrine, come ogni trattamento autologo, non crea allergie o rigetto.

pRP ALOPECIA

L’ alopecia androgenetica colpisce il 60% degli uomini e il 40% delle donne dopo la menopausa: il PRP, o Platelet Rich Plasma, blocca la progressione dell’ AGA (acronimo di alopecia andro-genetica) nell’80% dei casi.

ALOPECIA

Il prp ripristina una crescita significativa. Il platelet rich plasma (Prp) si è dimostrato più valido di tutti i trattamenti fino ad ora praticati anche nell’ alopecia areata, chiamata così per la sua caratteristica conformazione a chiazze.


Nel 99% dei casi, nelle aree trattate da prp, si assiste ad un irrobustimento del fusto e ad una maggiore luminosità, il
prp causa una ri pigmentazione dei primi capelli bianchi. Naturalmente, tanto più precocemente viene fatto il PRP, maggiori sono le possibilità di stimolare la ricrescita dei capelli.

Oltre alla diminuzione della miniaturizzazione del fusto e della caduta, si è osservato che il prp autologo porta ad una riduzione del prurito e della tricodinia (quel leggero dolore che si avverte allo spostamento dei capelli).

pRP RINGIOVANIMENTO

COSA TRATTIAMO CON PRP

  • rughe del viso
  • perdita di elasticità
  • smagliature
  • cicatrici
  • rilassamento cutaneo

IN COSA CONSISTE LA TECNICA DEL PRP

La tecnica del Plasma Ricco in Piastrine o PRP si fonda sulla proprietà piastrinica di contenere all’interno dei
propri organi intracellulari detti “granuli”, i fattori di crescita in grado di stimolare la differenziazione delle cellule staminali presenti nel tessuto.

CON IL PRP SI OTTIENE

  • L’attivazione funzionale delle cellule dei complessi connettivi.
  • La rivascolarizzazione e la proliferazione dei fibroblasti, le cellule dermiche responsabili della produzione di acido ialuronico e collagene.
RINGIOVANIMENTO

FASI DEL TRATTAMENTO E APPLICAZIONI DI PRP O PLASMA RICCO IN PIASTRINE

Per il prp il paziente viene sottoposto ad un trattamento ambulatoriale. Viene effettuato un normale prelievo di sangue. La speciale provetta per PRP con il sangue autologo viene centrifugata. Attraverso un gel all’interno della provetta il plasma viene separato dai globuli rossi trattenendo in esso le piastrine, si ottiene il prp. Si procede poi ad iniettare il prp nella zona da trattare.

Il tempo necessario per il prp varia dai 30 minuti ad un’ora circa.

PRP RISULTATI PLASMA RICCO IN PIASTRINE FOTO PRP PRIMA/DOPO

LA SCIENZA SUL PLASMA PRP

L’INTRODUZIONE DI PRP NEI TESSUTI

Il PRP (Plasma Ricco in Piastrine), grazie all’elevata concentrazione di piastrine, è in grado di indurre processi bio riparativi tramite svariati fattori di crescita rilasciati attraverso l’attivazione dei trombociti e tramite le citochine, molecole proteiche in grado di stimolare la crescita e l’attività cellulare.

Attraverso tali processi di rigenerazione il PRP aiuta e migliora la guarigione di molti inestetismi come cicatrici, alopecia, invecchiamento della pelle, acne, ulcere cutanee, ecc. Il prp, inoltre, stimola la neo angiogenesi, ossia lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni partendo da quelli già esistenti. Il prp è in grado di migliorare la proliferazione e la migrazione dei fibroblasti, la sintesi di collagene e di rimuovere cellule necrotiche.

NUOVE METODICHE EFFICACI: TROMBINA + PRP

Recentemente sono state introdotte nuove tecniche in grado di ricavare trombina autologa dallo stesso sangue del paziente per essere usata in combinazione con il plasma.


La trombina è un enzima che unito al plasma ricco in piastrine, permette di ottenere risultati migliori nel ringiovanimento dei tessuti e nel trattamento dell’alopecia.

Campi di Applicazione in Medicina

Il prp è molto sfruttato in Dermatologia, in Tricologia, in Oncologia chirurgica, in Ginecologia, in Ortopedia e, anche, in Medicina Estetica e Rigenerativa.

DOVE SI APPLICA

In Medicina Estetica e Rigenerativa, il Prp (Plasma Ricco in Piastrine) viene sfruttato per ringiovanire guance, palpebre, labbra, pieghe naso-labiali, fronte, pieghe cutanee del collo, dorso delle mani, décolleté.

Come accennato in precedenza, il Prp è un trattamento autologo. Il sangue, da cui vengono ottenute le piastrine, viene prelevato dal paziente stesso. Non ci sono reazioni immunitarie.

In Cosa Consiste il Trattamento con Prp

Fiale prp regenlab

Dopo il prelievo di pochi ml di sangue, il tessuto ematico viene separato per mezzo di una centrifuga. Il sangue attraversa un gel che lo suddivide in due componenti.

Per semplificare, la parte più densa, ricca di globuli rossi, giace nel fondo, mentre nella porzione superficiale, rimane solo il Plasma sanguigno che ritiene un alta concentrazione di piastrine (vedi immagine sopra). Questo viene aspirato con una siringa e iniettato nella zona da trattare entro pochi minuti.

I NUOVI STUDI

Da quando il prp venne usato per la prima volta negli anni ’80 in cardiochirurgia, l’utilizzo si è diffuso a macchia d’olio. Il prp è arrivato a toccare una grande quantità di rami della medicina.

Interessanti sono anche gli esiti di uno studio sul prp piuttosto recente condotto da alcune università Italiane e presentato nel 2011 in vari congressi internazionali di medicina (vedi bibliografia). Durante la ricerca, sono stati trattati con PRP (Plasma Ricco in Piastrine) pazienti con alopecia androgenetica. Risultati positivi sono stati riscontrati in più dell’80% dei casi.


Durante lo studio non sono emersi effetti collaterali rilevanti in seguito ai trattamenti.

Usare un Buon Kit per il Trattamento

Attualmente il trattamento con PRP viene effettuato
negli studi di medicina estetica, tramite appositi kit commercializzati e approvati per questo specifico trattamento. Ognuno di questi kit di prp viene venduto in confezioni sterili, e riporta un numero univoco che ne
permette la tracciabilità. In questo modo il paziente è tutelato al meglio, poiché in ogni momento può avere la certezza della qualità del materiale utilizzato.

Ogni kit prp è marchiato con il logo CE, che ne certifica la
conformità alle normative europee per la sicurezza sui dispositivi medici. Nella sidebar a destra si può vedere la confezione di un kit prp Regen-lab plasma+trombina, che utilizziamo regolarmente nel nostro studio medico.